Il pensiero del giorno (ogni giorno un pensiero diverso)

Domenica 3 novembre

Gesù alzò lo sguardo e gli disse: «Zacchèo, scendi subito, perché oggi devo fermarmi a casa tua». Scese in fretta e lo accolse pieno di gioia.

La Bibbia, Luca 19.1-10

/////

Sabato 2 novembre

Il silenzio è l’espressione di uno strato interiore.

Romano Guardini

/////

Venerdì 1 novembre

La santità della porta accanto: quelle persone che vivono vicino a noi tutti i giorni e con il loro operare sono un riflesso della presenza di Dio.

Papa Francesco

/////

Giovedì 31 ottobre

I cambiamenti importanti ci fanno tanta paura, ma alcune volte possono anche essere un punto di inizio per poter cominciare a vivere veramente.

Salvo Stella

/////

Mercoledì 30 ottobre

Per amare ci vuole una storia da vivere e raccontare, per amare ci vuole tempo e presenza, per amare ci vuole amore e poi ancora amore.

Rosa Di Fraia

//////

Martedì 29 ottobre

I bambini sono frammenti di infinito raccolti dall’amore e posati sulla terra dalle mani di Dio.

Antonio Cuomo

/////

Lunedì 28 ottobre

Ciò che allontana l’uomo dalla verità è la pretesa che la sua verità sia quella assoluta.

Giulio Castronovo

//////

Domenica 27 settembre

La preghiera del povero attraversa le nubi né si quieta finché non sia arrivata;
non desiste finché l’Altissimo non sia intervenuto e abbia reso soddisfazione ai giusti e ristabilito l’equità.

La Bibbia, Siràcide 35,20-22a

//////

Sabato 26 ottobre

Se cerchi la felicità…ma non la trovi! Essa ti viene incontro senza cercarla quando hai trovato il modo di renderti utile agli altri.

Gandhi

/////

Venerdì 25 ottobre

Ognuno ha la possibilità di sbagliare, ma anche l’impegno di migliorare.

Adriano Sella

/////

Giovedì 24 ottobre

Non importa di quello che possiamo perdere se a vincere è l’umanità.

Hakan Sukur

////

Mercoledì 23 ottobre

La mente ha il prestigio della retorica e della dialettica, l’anima ha il privilegio della poesia e dell’arte.

Francesco Andrea Maiello

/////

Martedì 22 ottobre

Chi non ama non potrà mai capire il significato della vita.

Saverio Ferrara

/////

Lunedì 21 ottobre

I libri sono riserve di grano da ammassare per l’inverno dello Spirito.

Margheret Yourcenar

//////

Domenica 20 ottobre

Per un po’ di tempo egli non volle; ma poi disse tra sé: “Anche se non temo Dio e non ho riguardo per alcuno, dato che questa vedova mi dà tanto fastidio, le farò giustizia perché non venga continuamente a importunarmi”».

La Bibbia, Luca 18-1-8

/////

Sabato 19 ottobre

L’essenziale è solo che ogni giorno si trovi anzitutto un angolo tranquillo in cui avere un contatto con Dio, come se non ci fosse nient’altro al mondo.

Edith Stein

/////

Venerdì 18 ottobre

È meglio gioire per una cosa bella della vita quotidiana, che essere tristi in ogni attimo del giorno.

Adriano Sella

/////

Giovedì 17 ottobre

La vita non è ingiusta per tutto il tempo, spesso ti toglie un po’ per darti qualcosa di meglio.

Alessandro Ammendola

/////

Mercoledì 16 ottobre

L’amore è come una fiaccola accesa… la fiamma arde nel cuore di entrambi e la cera ne custodisce il suo segreto.

Sebastiano Gurciullo

/////

Martedì 15 ottobre

Esistere dipende dalla vita istintiva, mentre vivere è strettamente connesso più alla ragione che agli istinti.

Giovanni Mascellaro

//////

Lunedì 14 ottobre

Fate attenzione alle paure, rubano i sogni.

@Igor1771

 N.B. – Puoi trovare tutti gli altri pensieri pubblicati cliccando il link tutti i pensieri.

Dal lunedì al giovedi trovate pensieri di scrittori, poeti, personalità ma anche di piccole e umili persone, al venerdì pubblico un mio pensiero, mentre al sabato un pensiero tratto dalla letteratura cristiana (profeti, padri della Chiesa, vescovi e pastori, autorità ecclesiastiche delle varie Chiese cristiane, dottrina sociale della Chiesa). Alla domenica trovate un pensiero tratto dalla Parola di Dio (Bibbia).

Immagine | Pubblicato il di | 2 commenti

FESTA DEL MOVIMENTO GOCCE DI GIUSTIZIA

DOMENICA 6 OTTOBRE 2019
c/o Missionari Saveriani
Viale Trento, 119 – Vicenza

  • 17.00 accoglienza con un buon caffè equo e solidale;
  • 17.30 presentazione del nuovo libro di Adriano sull’Amazzonia “Amazzonia, dagli alberi ai popoli e fino a tutte le creature, esperienze di vita e cammini di liberazione” con video, musica e letture di alcune narrazioni del libro, per celebrare il mese di ottobre dedicato all’Amazzonia;
  • 18.15 laboratorio musicale con “Gotas do Brasil” percussioni e voci per far sognare un nuovo mondo a partire dal continente latinoamericano;
  • 19.15 spuntino conviviale equo, bio e a km 0

http://www.goccedigiustizia.it
FB Gocce di Giustizia
goccedigiustizia@gmail.com
346 219 8404 (Adriano)

Scarica Locandina Festa Gocce di Giustizia

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Giornata mondiale per la cura del creato e Tempo del creato

Il 1° settembre è la giornata mondiale di preghiera per la cura del creato. Comincia anche il Tempo del creato fino al 4 di ottobre.

Preghiera per la nostra terra

(Papa Francesco – Laudato si’)

     Dio Onnipotente,

che sei presente in tutto l’universo

e nella più piccola delle tue creature,

    Tu che circondi con la tua tenerezza

tutto quanto esiste,

riversa in noi la forza del tuo amore

affinché ci prendiamo cura

della vita e della bellezza.

Inondaci di pace, perché viviamo come fratelli e sorelle

senza nuocere a nessuno.

      O Dio dei poveri,

aiutaci a riscattare gli abbandonati

e i dimenticati di questa terra

che tanto valgono ai tuoi occhi.

     Risana la nostra vita,

affinché proteggiamo il mondo e non lo deprediamo,

affinché seminiamo bellezza

e non inquinamento e distruzione.

    Tocca i cuori

di quanti cercano solo vantaggi

a spese dei poveri e della terra.

     Insegnaci a scoprire il valore di ogni cosa,

a contemplare con stupore,

a riconoscere che siamo profondamente uniti

con tutte le creature

nel nostro cammino verso la tua luce infinita.

     Grazie perché sei con noi tutti i giorni.

Sostienici, per favore, nella nostra lotta

per la giustizia, l’amore e la pace.

Preghiera cristiana con il creato

Papa Francesco (Laudato si’)

      Ti lodiamo, Padre, con tutte le tue creature,

che sono uscite dalla tua mano potente.

Sono tue, e sono colme della tua presenza

e della tua tenerezza.

Laudato si’!

      Figlio di Dio, Gesù,

da te sono state create tutte le cose.

Hai preso forma nel seno materno di Maria,

ti sei fatto parte di questa terra,

e hai guardato questo mondo con occhi umani.

Oggi sei vivo in ogni creatura

con la tua gloria di risorto.

Laudato si’!

       Spirito Santo, che con la tua luce

orienti questo mondo verso l’amore del Padre

e accompagni il gemito della creazione,

tu pure vivi nei nostri cuori

per spingerci al bene.

Laudato si’!

        Signore Dio, Uno e Trino,

comunità stupenda di amore infinito,

insegnaci a contemplarti

nella bellezza dell’universo,

dove tutto ci parla di te.

      Risveglia la nostra lode e

la nostra gratitudine

per ogni essere che hai creato.

      Donaci la grazia di sentirci intimamente

uniti con tutto ciò che esiste.

     Dio d’amore, mostraci il nostro posto

in questo mondo come strumenti

del tuo affetto per tutti gli esseri di questa terra,

perché nemmeno uno di essi è dimenticato da te.

     Illumina i padroni del potere e del denaro

perché non cadano nel peccato dell’indifferenza,

amino il bene comune, promuovano i deboli,

e abbiano cura di questo mondo che abitiamo.

      I poveri e la terra stanno gridando:

Signore, prendi noi col tuo potere e la tua luce,

per proteggere ogni vita,

per preparare un futuro migliore,

affinché venga il tuo Regno

di giustizia, di pace, di amore e di bellezza.

Laudato si’!

Amen.

 

 

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Biciclettata della Laudato si’ per la giornata mondiale per la cura del Creato

Biciclettata

della Laudato si’

celebrando la giornata mondiale

per la Cura del Creato

Domenica 1 settembre,

dalle 17.00 alle 20.00, a Vicenza

Vi invitiamo ad unirci a noi per celebrare la Giornata Mondiale di preghiera per la cura del Creato. Abbiamo inflitto tante ferite, come l’Amazzonia che oggi sta bruciando e i mari che sono pieni di pastica.

Il percorso della biciclettata, per le vie di Vicenza, prevede alcune soste in luoghi significativi, dove verranno letti alcuni passi fondamentali dell’enciclica Laudato si’, terminando in piazza dei Signori con la preghiera del Creato di papa Francesco.

Programma

  • ore 16.30: ritrovo presso i Missionari Saveriani, Viale Trento 119 – Vicenza

  • ore 17.00: partenza

  • durante il percorso ci saranno varie fermate (vedi nel sito sotto indicato)

  • ore 19.30: arrivo in piazza dei Signori e flash mob per madre terra

Promotori:

Movimento Gocce di Giustizia, Missionari Saveriani, Commissione diocesana Nuovi Stili di Vita, Rete VicenzaMondo.

Info: goccedigiustizia@gmail.com, www.goccedigiustizia.it,

cell. 3462198404

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Il grido dei migranti ci chiama al cambiamento dei nostri stili di vita

Cari amici e care amiche, vi condivido questo brano che ho fatto in questo periodo così difficile e duro per i migranti che tentano di liberarsi dalle torture e violenze che accadono nei campi di detenzione in Libia, fuggendo e cercando un futuro migliore attraversando il mare Mediterraneo oppure varcando la via Balcanica.

 

Abbiamo paura di risolvere il problema delle migrazioni

perché esige il cambiamento dei nostri stili di vita

L’uomo cerca la verità ma ha paura di incontrarla, perché quando l’incontra deve cambiare vita” (Jaques Maritain)

La questione dei migranti è ritornata sulla scena mediatica e all’attenzione di tutti, grazie alla coraggiosa capitana della Sea Watch, Carola Rackete, che ha tentato di far sbarcare su un porto sicuro un gruppo di migranti scappati dalle violenze e dalle torture nei campi profughi della Libia.

In questo dibattito sul problema dell’immigrazione sono passate alcune notizie importanti, come quelle che ci ha comunicato il sindaco di Lampedusa e le varie Ong impegnate. I mass media non hanno più potuto nasconderle, perché puntando i riflettori sulla Sea Watch sono apparsi anche i barchini di migranti che approdano continuamente al porto di Lampedusa. Ecco alcune di queste notizie: gli sbarchi continuano mediante piccole barche che raggiungono continuamente Lampedusa; si è riaperta la rotta balcanica di migranti che entrano in Italia da Trieste; la Germania, la Francia e l’Austria hanno rispedito in Italia migliaia di migranti in base al regolamento di Dublino; in Libia i migranti vengono torturati e vivono in veri campi di concentramento, fino al punto che la grande maggioranza di loro hanno dichiarato che preferiscono rischiare l’attraversata del Mare Mediterraneo piuttosto che morire in Libia sotto le torture; sono pochi gli immigrati irregolari sul nostro territorio che vengono rispediti a casa, facendoli girare sul nostro territorio come delle mine vaganti e senza prospettiva di integrazione; i progetti di accoglienza e di integrazione, come gli SPRAR, vengono smantellati dal decreto Sicurezza, costringendo migliaia di migranti a vivere sulle strade con il rischio di entrare nella microcriminalità, ecc.

Insomma, il problema delle migrazioni non è stato risolto, come sembra dalla percezione della gente. Eppure la politica ci aveva illuso che non arrivavano più migranti, che i porti erano chiusi, che il problema è stato risolto, che gli irregolari venivano rispediti a casa in massa, che finalmente ci eravamo liberati dal nemico degli italiani che aveva il volto degli immigrati, soprattutto africani.

Esiste quindi un grande divario tra la percezione della gente, alimentata dalle promesse politiche, e la realtà italiana che una donna straniera, coraggiosa capitana del mare, ha fatto emergere tra le tante ipocrisie, promesse e illusioni che girano nella nostra bella Italia.

Tutto questo rafforza la mia intuizione, come altri l’hanno potuto esprimere anche mediaticamente. Non si vuole risolvere il problema dell’immigrazione alla sua radice, ossia rimuovendo le cause strutturali che generano i fenomeni delle migrazioni forzate. Cosi come ho delineato nel libro Dipende da noi e sintetizzato nel segnalibro Come rimuovere le cause strutturali delle migrazioni.

Perché non si vuole lavorare a monte del problema, ma solamente a valle facendo assistenzialismo o respingimento? Credo, che, come scriveva Jaques Maritain, abbiamo tutti paura di scoprire la verità perché questo esige il cambiamento della nostra vita. Scoprire le cause delle migrazioni forzate significa prendere coscienza delle nostre responsabilità come cittadini e cristiani, tanto più quelle della nostra politica, della nostra economia e finanza, sostenute dai nostri voti (anche come quello nel portafoglio), dalle nostre scelte quotidiane e anche dalle nostre celebrazioni religiose.

Non solo la politica ha paura di scoprire la verità, perché deve cambiare radicalmente il suo modo di agire a livello locale e globale, e soprattutto perderebbe il capro espiatorio su cui scaricare tutti i problemi degli italiani. Inoltre, avrebbe come conseguenza una drastica perdita nei sondaggi elettori. Ma anche la gente ha paura perché si renderebbe conto quanto siamo complici dei drammi migratori e quanto dobbiamo impegnarci ad abbassare i nostri tenori di vita e a vivere con sobrietà, eticità e giustizia. Come pure i cattolici hanno paura perché si vergognerebbero di tanta ipocrisia tra il celebrare Messe e non viverle nel quotidiano, tra il difendere simboli religiosi e non farli diventare impegno di vita nuova.

Non solo il grido dei poveri ma anche quello della terra esige un cambiamento dei nostri stili di vita, che non possiamo più tramandare, trascurare e sottovalutare.

Grazie a queste due donne coraggiose, Greta Thunberg e Carola Rackete, che ci hanno fatto sentire profondamente e intensamente il grido del mondo, la prima quello della nostra sorella e madre terra, la seconda quello delle nostre sorelle e fratelli sempre più impoveriti ed emarginati.

Il grido ci chiama al cambiamento della nostra vita personale, comunitaria e istituzionale. Il grido ci fa essere finalmente umani, senza più buonismi o indifferenze. Il grido ci fa scoprire la verità. E dobbiamo rispondere non con le stesse armi di chi lo genera, ma con lo stile della nonviolenza.

Al male si risponde con il bene, alla pancia si risponde con il cuore, all’istinto si risponde con l’intelligenza, ai muri si risponde con i ponti, alla miseria si risponde con la giustizia.

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

VicenzaMondo 28 aprile 2019 dalle 9.00 alle 19.00

8° VicenzaMondo

Domenica 28 aprile 2019
dalle 9.00 alle 19.00
presso i Missionari Saveriani, Viale Trento n. 119, Vicenza

Locandina in PDF: Locandina – Volantino

Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/448652242562955/

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Festa 3 febbraio Aspettando VicenzaMondo

Una rete di associazione e gruppi, chiamata VicenzaMondo, promossa del movimento Gocce di Giustizia, stanno realizzando questa bella festa.

Un invito caloroso a tutti voi e vi aspettiamo.

Ci sarà la possibilità di fare il laboratorio sull’impronta ecologica per conoscere qual’è la vostra impronta.

 

ASPETTANDO VICENZAMONDO*

Festa presso la Casa Per la Pace
Via Porto Godi 2 – Vicenza

Domenica 3 febbraio 2019 dalle 15.00 alle 19.00

• Vieni a scoprire la tua impronta ecologica: laboratori e video sul tema.
• Festa con una bassa impronta ecologica per prepararsi a VicenzaMondo.

Programma

  • ore 15.00: accoglienza
  • ore 15.30: laboratori e video sull’impronta ecologica a cura del movimento Gocce di Giustizia.
  • ore 17.30: laboratori musicali a cura di Loris Campana e di …
  • ore 18.30: spuntino conviviale a cura dell’Equobar
  • durante la festa saranno disposizione: servizio Equobar, la mostra di Salgado e l’infopoint a cura della Casa per la Pace.

Promozione: Movimento Gocce di Giustizia e Rete VicenzaMondo

*VicenzaMondo è un evento che verrà realizzato il 28 aprile per sensibilizzare la cittadinanza ad aprirsi ai problemi del mondo.

info: goccedigiustizia@gmail.com; http://www.goccedigiustizia.it ; cell. 3467997276 (Alessandra)

Scarica Loc Festa aspettando VicenzaMondo

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento