“Dal grido al cambiamento”, proposta laboratoriale su Laudato si’

dalgrido

Proposta laboratoriale per conoscere l’enciclica Laudato si’ mediante 5 parole chiave (Grido, Relazione, Bellezza, Responsabilità e Cambiamento.

clicca qui per scaricare il pdf con tutta la proposta (metodologia, laboratorio, tempistica)

Il libro di Adriano Sella  “Dal grido al cambiamento, educhiamoci ai nuovi stili di vita con la Laudato si‘”,  propone un percorso pastorale ed educativo, mediante 5 parole chiavi dell’enciclica Laudato si’: Grido, Relazione, Bellezza, Responsabilità, Cambiamento per nuovi stili di vita.
Annunci
Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Giornata mondiale dell’acqua alle risorgive di Novoledo (Villaverla – VI)

GIORNATA MONDIALE DELL’ACQUA

Mercoledì 22 marzo è la giornata mondiale dell’acqua e vi faccio questa proposta per celebrarla insieme presso le risorgive di Novoledo di Villaverla (dove c’è una delle più grande falde acquifere dell’Europa), realizzando una camminata nelle risorgive e poi fermandoci un po’ per condividere presso l’abitazione di p. Antonio che si trova proprio nelle risorgive. Sono due ore da stare insieme per riflettere sulla questione dell’acqua e come custodirla come un grande bene comune e diritto universale.

Anche se l’idea ci è venuta ora, appena due giorni prima, proponiamo questo evento da vivere insieme. Vedi il programma proposto, con l’alternativa in caso di pioggia.

Giornata Mondiale dell’Acqua

(22 marzo 2017 dalle 17.30 alle 19.30)

Camminata sulle risorgive di Novoledo (Villaverla)

e riflessione sulla questione dell’acqua a livello mondiale e locale

Programma

  • ore 17.00: ritrovo in Piazza di Dueville (VI), davanti alla Chiesa;

  • ore 17.15: andata alle risorgive insieme con p. Antonio Santini che abita presso le risorgive;

  • dalle 17.30 alle 18.30: camminata sulle risorgive con la presenza di Agostino Migliorini che ci parlerà della questione acqua;

  • ore 18.30: riflessione e condivisione presso l’abitazione di p. Antonio Santini (Via Bosco 41 – Novoledo di Villaverla)

  • ore 19.30: saluti e buon cammino

N.B. – In caso di pioggia ci fermeremo presso l’abitazione di p. Antonio, ai piedi delle risorgive, per vivere questo momento mediante la riflessione e condivisione, anche multimediale. Vi chiedo il favore di dare un riscontro della vostra presenza.

Vi aspettiamo.

Adriano Sella

(missionario del creato e dei nuovi stili di vita)

Info: cell. 3462198404

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Laboratorio e raccordo biblico sull’acqua

Nuovi Stili di Vita e il Vangelobibbia-con-nsdv

Domenica 5 aprile dalle 15.30 alle 19.30 si realizzerà la seconda domenica del percorso Nuovi Stili di Vita e il Vangelo, presso il convento S. Maria del Cengio ad Isola Vicentina.

Il laboratorio che viene proposta è sull’impronta idrica e il raccordo biblico sulla Samaritana.

Vedi la locandina  locandina-nuovi-stili-5-marzo

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

La festa del risparmio energetico mediante la condivisione

millumino-di-meno-2017-banner-fb

Il 24 febbraio è la festa del Risparmio Energetico e degli Stili di Vita Sostenibili.
Spegniamo le luci e accendiamo l’energia della condivisione.
Si può condividere l’auto per andare al lavoro.
Si può condividere la bicicletta e partire tutti insieme.
Si può iniziare ad usare il bike sharing o il car sharing.
Si può condividere il cibo: cucinare e mangiare insieme, a casa o in piazza.
Si può condividere il trapano, la polentiera, l’aspirapolvere, il tosaerba e la lavatrice.
Si può condividere la casa: con l’ospitalità, lo scambio, il divano o un posto per il sacco a pelo.
Si può condividere la banda: aprire il proprio wireless, sherare.
Si può condividere un saper fare: t’appendo quel quadro, t’insegno lo spagnolo, ti riparo la gomma della bicicletta.
Si può condividere un sapere: lasciare un libro o un giornale.
Si può condividere lo sport: correre insieme, pedalare, nuotare e sudare.
Si può condividere un telescopio e guardare le stelle che con le luci spente son più belle. E il cielo è di tutti, già condiviso

Si possono condividere i vestiti e i giocattoli usati dei nostri figli organizzando un baratto a scuola

Si possono condividere le incombenze, facciamo che oggi te lo porto fuori il cane
Si possono condividere i genitori e i bambini facendo i compiti insieme
Si può condividere qualsiasi cosa. Si può condividere un po’ di tempo. In silenzio. Si può anche parlare e ascoltarsi
 
In ogni condivisione c’è un risparmio di energia.
Ogni condivisione genera energia.
Condividere fa bene.
Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Percorso laboratoriale: nuovi stili di vita alla luce del Vangelo

nuovi-stili-di-vita-e-vangeloNuovi Stili di Vita alla luce del Vangelo

Percorso di laboratori interattivi

Ogni prima domenica del mese da febbraio a giugno 2017

Convento di S. Maria del Cengio – Isola Vicentina

Il movimento Gocce di Giustizia promuove, insieme con la comunità di S. Maria del Cengio, questa bella e importante iniziativa.

Questo percorso laboratoriale aiuta a capire come cambiare i nostri stili di vita a partire nel quotidiano, ma anche a percepire che il cambiamento è un’esigenza del Vangelo.

Vi aspettiamo e scarica la locandina: nuovi-stili-di-vita-e-vangelo

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Natale del Mondo

Natale del Mondonatale-del-mondo-4

Vi presento il segno natalizio che ho voluto costruire quest’anno, in forma di presepio del natale del mondo. Ho voluto rappresentare la diversità del mondo, mediante le differenti religioni, ma anche la possibilità dell’unità e della pace, mediante un Dio che ama così tanto il mondo da farsi carne, ossia terra e non più solo cielo. Vengono presentati alcuni tratti delle 4 religioni più grandi del mondo come numero di credenti (cristianesimo, islam, buddismo e induismo). Le 4 strisce colorate che partono dal cielo rappresentano le 4 religioni. Sulle strisce ci sono alcuni informazioni: il natale dei fondatori, alcune caratteristiche religiose, i vari calendari usati dalle religioni. Tutte 4 s’incontrano nella grotta del Dio con noi, rappresentata da un cesto che raccoglie molti volti, soprattutto dei poveri e sofferenti. Tutti questi volti vogliono rappresentare il volto di oggi del Gesù bambino: il Dio talmente  innamorato dell’umanità che arriva fino al punto di farsi terra e non più solo cielo.

Un abbraccio di auguri.

Adriano

Guarda il tutto:

  • presentazione in pdf:

alcuni-tratti-delle-4-religioni volti-cesto-natale-1 volti-cesto-natale-2 volti-cesto-natale-3 volti-cesto-natale-4 volti-cesto-natale-5

  • foto:

natale-del-mondo-1 natale-del-mondo-2 natale-del-mondo-3 natale-del-mondo-4 natale-del-mondo-cesto-1 natale-del-mondo-cesto-2 natale-del-mondo-cesto-3 natale-del-mondo-cesto-4 natale-del-mondo-strisce-2 natale-del-mondo-strisce-3 natale-del-mondo-strisce-4 natale-del-mondo-striscie-1

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

A Natale regala relazioni umane

abbracci-gratis

A Natale regala relazioni umane

per tirar fuori l’essere umano con la sua tenerezza.

Le cose non sono essenziali, come questa economia ci fa credere, ma sono solo utili. Non dobbiamo demonizzarle, bisogna però imparare ad utilizzarle come un bene che ci aiuta a vivere meglio. Invece, esse diventano spesso una merce per generare solo profitto. Oggi, non solo possediamo tantissime cose, ma spesso siamo possedute dalle cose. Basti pensare al nostro tempo quotidiano che viene assorbito dallo stare dietro ai dieci mila oggetti, che generalmente noi europei abbiamo nelle nostre case.

Qual’è l’essenziale per vivere bene? L’economia della felicità ci rivela che la felicità non dipende dall’accumulo di tanti oggetti ma dipende dai beni relazionali. Se ci sono, allora siamo felice. Ecco dove sta l’essenziale: nelle relazioni umane.

Le statistiche sulla realtà italiana, anche le più recenti, mostrano sempre che è aumentata la fascia di chi è a rischio di povertà. Non raccontano mai che esiste anche una povertà relazionale, la quale supera altamente quella economica e si manifesta in varie situazioni umane di sofferenza: persone sempre più sole e abbandonate; anziani costretti a morire da soli e ritrovati addirittura dopo anni; il disagio giovanile che è sempre più forte a causa della mancanza di relazioni umane e del sapore della vita, anche se i giovani hanno tutte le tecnologie dal tablet all’ultimo smartphone; adulti sempre più di corsa per aumentare il potere di acquisto ma svuotati del gusto di vivere e di calore umano; bambini costretti a stare sempre più soli davanti alla tv, ad internet e ai tantissimi giocattoli.

Nonostante che possediamo tanti oggetti e abbiamo a disposizione tanta tecnologia, siamo sempre più affamati e assetati di relazioni che esprimono l’affetto del calore umano, senza il quale non possiamo vivere. E questo viene reso concreto mediante un abbraccio, una mano data, un sorriso, un incontro, lo stare insieme, il condividere la vita, la tenerezza quotidiana, ecc.

Un giovane di 19 anni mi ha manifestato che una sua grande sofferenza dipendeva dal fatto che suo padre non gli aveva mai dato un abbraccio. Mentre un adolescente di 16 anni mi ha rivelato, che quando tornava a casa da scuola aveva tanta voglia di raccontare ai propri familiari quello che stava vivendo, ma durante il pranzo non poteva parlare perché la televisione era sempre accesa.

Una mamma mi ha detto che sua figlia quando tornava dall’università le chiedeva sempre un abbraccio e lo voleva fatto bene. Mentre un’altra mamma è venuta a parlarmi insieme con sua figlia, dopo la conferenza, e mi ha raccontato che quella sua figlia un giorno le aveva detto che era emotivamente stitica come mamma. Allora da quel giorno si era impegnata a darle l’affetto materno e si era accorta che acquistava e consumava meno, perché le relazioni umane la arricchivano e l’aiutavano a liberarsi dal consumismo compensatorio.

Un ragazzo di 14 anni mi ha descritto il regalo più bello che aveva ricevuto in uno dei suoi compleanni: la lettera che sua mamma gli aveva scritto a mano, generando in lui molte emozioni positive nel rileggerla varie volte. Una bambina di 8 anni ha fatto commuovere la nonna quando le aveva chiesto un abbraccio molto forte e lungo.

Sono alcune testimonianze che ci dicono quanto è importante il calore umano generato dalle relazioni che esprimono l’amore tra le persone.

Papa Francesco, nella sua bella enciclica Laudato si’, ci rivela che tutto nel creato è connesso, collegato e in relazione. Con altre parole, il creato è una grande tela di relazioni e ogni creatura, soprattutto quella umana, è costitutivamente relazionale. Siamo quindi esseri relazionali e le relazioni umane sono il nostro ossigeno per vivere. Non dimentichiamoci di questa dimensione essenziale per poter vivere bene! Altrimenti, rischiamo di diventare dei morti viventi.

Allora, in questo periodo natalizio dove tutti siamo impegnati a scegliere i regali da offrire, fa bene ricordarci che il più bel regalo siamo noi e non le cose. E questo regalo non è in vendita nei negozi. Si chiama amore e lo si concretizza mediante le relazioni umane vive, gratuite e ricche di calore umano.

Regaliamo quindi relazioni umane! Non hanno prezzo, ma esigono che finalmente tiriamo fuori il nostro amore, senza più surrogati relazionali, facendoci diventare esseri umani: un dono l’uno per l’altro e non più solamente offrendo doni.

Adriano Sella

(missionario del creato e dei nuovi stili di vita)

e-mail: adrianosella80@gmail.com

N.B. – Se ti serve, scarica il pdf    a-natale-regala-relazioni-umane

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento